Scienze Esoteriche

Piramidi e Costellazioni - Antica Astronomia Egizia

Il carattere astronomico delle piramidi si rivela dal fatto che sono perfettamente orientate con i punti cardinali e cadono esattamente nel trentesimo parallelo di latitudine Nord. I loro corridoi, molto probabilmente, erano degli strumenti di osservazione astronomica.

Gli antichi egizi misuravano le ore diurne mediante un'apposito strumento, il gnomone. E le ore notturne con la clessidra o con l'orologia ad acqua oltre che con l'osservazione del sorgere delle stelle.

La durata del tempo veniva rilevata attraverso la lunghezza dell'ombra solare: l'inizio dell'osservazione avveniva con il solstizio d'estate, quando l'ombra solare era più corta, e si potraeva fino al solstizio invernale quando la stessa era più lunga.

Un tale ciclo di osservazioni portò gli Egizi a determinare la durata dell'anno in 365 giorni. La precisione dei loro calcoli fa dedurre che le loro osservazioni si siano potratte per secoli al fine di determinare il periodo annuale di 365,25 giorni grazie al sorgere eliaco di Sirio.

La testimonianza più eclatante dell'astronomia egizia è quella dello Zodiaco di Dendera.


Aritmosofia: la scienza dei numeri


Guida al gioco arcano: i misteri correlati ad antichi giochi con le carte
Inizia a giocare da web o mobile con 10 euro in omaggio (senza deposito). REGISTRATI SUBITO


Svaghi e passatempi: nuove tendenze e intrattenimenti per adulti
William Hill giochi
Concessionari legali per l'Italia con Jackpot progressivi.
Promozione di 10 euro senza deposito per tutti i nuovi giocatori + fino a 1000 euro di Benvenuto. REGISTRATI SUBITO